Turismo dentale a Bucarest in Romania

turismo dentale romania viaggideldente.it
Facebook
YouTube
Instagram
Twitter
Pinterest
Iscriviti alla Newsletter

Arrivare dal dentista Bucarest è semplice

 

I collegamenti quotidiani tra gli aeroporti rumeni e italiani sono numerosi e ben organizzati. Il volo dura all’incirca due ore e la tratta è gestita quasi totalmente dalle compagnie low cost.

turismo dentale romania viaggideldente.it

L’aeroporto internazionale di Bucarest chiamato Henri Coandă

E’ molto vicino al centro ma non è collegato direttamente con esso. Questo vuol dire che dovrai programmare in tempo come muoverti e scegliere se chiamare un taxi o prendere il bus (linee 780/783) e la metro. Per quanto riguarda il treno, non esistono collegamenti ferroviari diretti tra la nostra nazione e la Romania. Se comunque preferisci viaggiare con questo mezzo di trasporto, puoi arrivare fino a Vienna e da lì prendere la coincidenza con Bucarest.

Il viaggio in automobile è abbastanza lungo (da Milano ci vogliono circa 15 ore) ma il traffico è scorrevole e l’autostrada gratuita, tranne il tratto A2 per attraversare il Danubio. Il percorso è simile a quello degli autobus. Arrivi alla frontiera di Trieste, attraversi la Slovenia, la Croazia e l’Ungheria e infine entri nel paese dalla frontiera di Nadlac, una cittadina vicino Timisoara.

Viaggi in autobus dall’Italia alla Romania 

Dall’Italia partono numerose corse in autobus per la Romania gestite in parte da due società molto famose, la Flixbus e l’Eurolines, insieme a una serie di tour operator attraverso i quali puoi prenotare in anticipo il tuo posto sul bus.

 

Spesso trascurata a favore delle vicine Sofia e Budapest, la capitale della Romania è una città dai forti contrasti. Chiamata la piccola Parigi dell’Est per i palazzi in stile Beaux-Arts, nasconde Chiese affascinanti dietro rigidi condomini comunisti. Visitare Bucarest è entusiasmante perché il tour in città somiglia da vicino a una divertente caccia al tesoro dove il premio finale è la conoscenza di una città che ha il potere di lasciare un ricordo indimenticabile.

Il Palazzo del Parlamento di Bucarest

1.100 stanze, 12 piani, 8 livelli interrati, 84 metri d’altezza e 240 di lunghezza. Questi sono i numeri del secondo edificio amministrativo più grande e pesante del mondo, dopo il Pentagono: il Palazzo del Parlamento di via Izvor Street 2-4, meglio conosciuto come la Casa del Popolo. Questo monumentale edificio, fatto costruire da Ceausescu, è uno dei simboli più inquietanti del passato comunista del paese. L’ultimo livello interrato è un tunnel, un vero e proprio bunker antiatomico, che doveva collegare il Parlamento con gli edifici nevralgici del Paese. Una piccola curiosità: il monumento è talmente pesante che ogni anno sprofonda di ben 6 millimetri!

Per far posto a questo immenso edificio, Ceaseascu demolì gran parte degli edifici presenti in questa zona della città, non risparmiando né monumenti del passato e nemmeno le chiese cristiane. Qualcuna però si è miracolosamente salvata come il Monastero di Mihai Vodache si trova in Strada Sapienței 4.

Il conte Dracula

Uno dei personaggi più famosi della Romania è senza dubbio il conte Dracula. Bucarest, come altre città rumene, custodisce in centro l’omaggio al personaggio simbolo della Transilvania. A Karol Park trovi l’esatta riproduzione della Fortezza Poenari nella contea di Argeș, residenza di lunga data di Vlad. Inaugurata nel 1906, venne usata durante la prima guerra mondiale da un fisico rumeno per inviare trasmissioni radiotelegrafiche. 

E, a proposito di Dracula, si dice che nel Monastero di Snagov, situato in un’isoletta poco distante da Bucarest, sia sepolto il celebre conte. Non deve stupire la scelta di un luogo di culto come tomba. La leggenda narra che in fin di vita Vlad si pentì di tutti i crimini commessi. Sotto il Monastero in effetti gli archeologi hanno ritrovato delle ossa umane, anche se nulla per il momento conferma che siano proprio quelle del temibile Conte Dracula. Il luogo merita una visita, sia per la leggenda sia per il fascino del silenzio che lo circonda.

La famosa strada degli ombrelli

Prima di una meritata pausa pranzo, ti consiglio di fare un salto a Pasajul Victoria, la famosa strada degli ombrelli. Siamo vicino a Calea Victoriei, il viale più antico di Bucarest. Dopo aver ammirato la piccola viuzza ricoperta interamente da ombrelli colorati, è d’obbligo una sosta nella famosa Pizza Colosseum, un locale rinomato per l’ottimo cibo, la buona musica e il personale gentile e accogliente. Se ami lo street food puoi prenotare  uno dei tanti Tour che ti porteranno non solo alla scoperta del tipico cibo di strada rumeno come i “mici”, i “covrigi” e le birre locali artigianali. Le guide locali ti faranno visitare anche i quartieri meno conosciuti della città come quello armeno e il vecchio quartiere ebraico.

La Chiesa russa di San Nicola

Prima di lasciare il centro fai un salto alla Chiesa russa di San Nicola, costruita in origine per dare sollievo alle anime dei funzionari russi che si trovavano a Bucarest. Non solo è un gioiello di rara bellezza ma è anche l’ultima chiesa russa costruita sul territorio rumeno. Dal 1917 infatti furono interrotti bruscamente tutti i lavori che avevano a che fare con chiese e luoghi di culto in generale.

Nella parte settentrionale della città si trova un piccolo Arco di Trionfo, proprio come nella città di Chisinau. Questo piccolo monumento ha una storia travagliata alle spalle. Costruito inizialmente in legno nel 1878, fu demolito durante la prima guerra mondiale e ricostruito qualche anno dopo. La seconda struttura temporanea però durò soltanto 13 anni perché il materiale utilizzato era veramente di pessima fattura. Oggi l’arco, inaugurato definitivamente nel ‘36 e decorato finemente da molti scultori rumeni, non solo è visitato giornalmente da numerosi turisti ma è il luogo dal quale ogni anno partono le famose parate militari durante la festa Nazionale della Romania. All’interno c’è una scala attraverso la quale puoi arrivare alla sommità del monumento e ammirare la città dall’alto.

La libreria Carturesti Carusel

Bucarest nutre da secoli un’appassionante storia d’amore nei confronti dei libri. Questa è l’atmosfera che si respira nel famoso Carturesti Carusel, una libreria un tempo segreta che ospita ben 10.000 libri e che si trova in un palazzo situato nella centralissima via Lipscani, cuore della movida rumena. La libreria è un autentico paradiso. Sfogli i libri che ti piacciono e intanto ti godi un bel drink nell’elegante bistrot dell’ultimo piano dal quale puoi ammirare Bucarest dall’alto.

Se cerchi qualche bel ricordo da portare a casa, devi recarti nelle due strade dedicate agli amanti dello shopping: Bulevardul Ion C. Brătianu e Bulevardul Unirii. Qui trovi le famose botteghe artigianali rumene dove acquistare le tradizionali posate in legno o i bellissimi tessuti dipinti a mano oltre ai negozi di brand famosi e internazionali.

Il parco Herastrau

A nord di Bucarest si trova il parco Herastrau, il più grande della città, che sorge intorno all’omonimo lago. Questo splendido specchio d’acqua in realtà è un bacino artificiale creato negli anni ‘30, dopo la bonifica governativa dei terreni della zona. Il percorso è suggestivo. Puoi fare un po’ di jogging, noleggiare una bici oppure programmare una gita in barca dalla sponda sud di Herastrau.

Il Museo del Villaggio

Vicino al lago c’è il più grande Museo a cielo aperto di tutti i Balcani, il famoso Museo del Villaggio. Inaugurato nel 1936, quando la maggior parte dei rumeni viveva ancora nelle zone rurali, è formato da 60 case, mulini a vento, ad acqua e chiese che appartengono a tutte le regioni storiche della Romania tra le quali la Moldavia e la Transilvania. Le case sono distribuite lungo viali alberati, perfetti per passeggiare con calma. Per vivere al meglio la visita, portati un pranzo al sacco e goditi il relax del luogo. Una chicca: su una delle sponde del lago sorge una caratteristica casa Blu, diventata in breve il tempo il simbolo dell’atmosfera romantica e un po’ vintage che si respira da queste parti.

Il cibo rumeno

Il cibo rumeno non è molto conosciuto al di fuori del paese; un gran peccato perché la cucina rumena è veramente deliziosa. I migliori piatti tradizionali, basati su ricette che si tramandano da generazioni, utilizzano esclusivamente ingredienti locali. Il piatto nazionale è il sarmale, una specie di involtino di foglie di cavolo ripieno di carne macinata speziata accompagnato dal mămăligă, un porridge a base di farina di mais condito con panna acida o formaggio; infine la placinta, una torta di pasta sfoglia farcita con formaggio ovino.

Il mio consiglio è di assaggiarli a Caru ‘cu Bere, una famosa birreria tradizionale, inaugurata nel 1879, che si trova in via Stavropoleos nel distretto Lipscani. Qui si fa tutto a mano come tradizione rigorosamente comanda. Secondo indirizzo: Lacrimi și Sfinți, un ristorante in via Șepcari 16 che ha rinnovato le ricette tipiche rumene aggiungendo un tocco di piacevole modernità.

Turismo dentale a Bucarest

Bucarest è una meta ideale per il turismo dentale. Lungo il centro puoi trovare infatti alcune tra le cliniche più specializzate del paese. In centro città c’è una clinica famosa per la chirurgia orale, l’implantologia, l’endodonzia e l’odontoiatria conservativa. Il titolare è un dentista che ha al suo attivo anni di esperienza e più di 12.000 pazienti trattati con successo. Il suo studio è dotato di materiali altamente tecnologici tra i quali il Laser dentar EPIC™ Biolase  e il T-Scan III. Gli impianti utilizzati sono di fascia medio-alta e ogni lavoro è corredato dal certificato impiantare. L’utilizzo di materiali tecnologicamente avanzati non incide sui costi.

Ecco il listino prezzi delle cure dentistiche a Bucarest:

  •   corona in metallo ceramica: 160 – 255
    • corona in empress ceramica: 295 – 385
    corona in zirconio: 295 – 370
    • corona provvisoria: 10 – 30
    • perno: 27 – 88

I prezzi degli impianti dentali in Romania:

  • impianti in titanio e osteointegrati: vanno da un minimo di 290 euro (il più economico) fino a 770 euro per il top di gamma.
  • moncone per impianto in titanio: da 90 euro a 186 (in funzione del tipo di impianto).

Infine gli All on 4 vanno da un minimo di 3220 euro fino a una massimo di 6850 euro mentre l’All on 6 va dai 4480 euro fino a 8740 euro.

La forchetta di prezzo è determinata non solo dal materiale utilizzato ma anche dal tipo di procedura e dalle cure necessarie.

A Bucarest spesso trovi alcuni reparti di ospedali italiani ospitati all’interno delle cliniche dentali. Una delle più famose è la sezione di Stomatologia di un ospedale italiano.

Lo staff dello studio è composto da medici italiani e rumeni che si avvalgono di strumenti e materiali di eccellente qualità, utilizzati soprattutto  nell’implantologia, settore nel quale è specializzato lo studio. I prezzi sono i seguenti:

  • Corona in lega/ceramica su impianto: 250,00 euro
  • Corona in zirconio/ceramica su impianto: 300,00 euro
  • Protesi stabilizzata su barra con 4 impianti: 2490 euro
  • Arcata fissa su 6 impianti: 3490 euro
  • Circolare in zirconio ceramica CAD/CAM su 8 impianti: 5900 euro

 

 

Leggi “Come risparmiare sulle Cure Dentistiche”

Leggi “La Lobby Dentale”

Leggi “Dentisti Low Cost in Italia”

Leggi “I Veri Costi di uno Studio Dentistico in Italia”

Leggi “Studi dentistici che aprono e chiudono”

Leggi “Aumentano i dentisti, diminuiscono i pazienti”

Leggi ” Turismo dentale in Croazia”

Leggi ” Turismo dentale in Albania” 

 

© 2021 “Come risparmiare sulle cure dentistiche. I Segreti del Turismo dentale” di Viaggideldente.it

www.comerisparmiaresullecuredentistiche.it

Facebook
YouTube
Instagram
Twitter
Pinterest
Iscriviti alla Newsletter

dentista bucarest, dentisti Romania, turismo dentale Romania

Dove siamo?

6 Uffici Commerciali in Italia, 4 Studi Dentistici in Croazia e in Albania

Viaggi del Dente ® è il Tour Operator del Risparmio Dentale: dal 2009 Viaggi e Cure Dentistiche dai Migliori Dentisti in Croazia e in Albania

Contatti


Ufficio di Verona: 0454852141

Cellulare: 3881111028

WhatsApp: Chatta Qui!

Messenger: Chatta Qui!

Telegram: Viaggideldente

Email: Info@viaggideldente.it

Social



Dalla via Emilia a San Pietroburgo di Tiziano Bisi

Dalla via Emilia a San Pietroburgo
Romanzo di Tiziano Bisi
Dal 27 ottobre 2021 in libreria
© Quodlibet Edizioni

Viaggi del Dente ©2005 Privacy e Cookie Policy